06 Marzo 2021
Articoli
percorso: Home > Articoli > Biciclette

CRACOVIA

24-10-2019 17:34 - Biciclette
La città di Cracovia diventa sempre più accogliente per i ciclisti. Esistono varie possibilità di noleggiare una bici per poter ammirare la città su due ruote, e vengono costruite sempre più piste ciclabili. Ma anche i dintorni di Cracovia sono una proposta interessante da valutare per chi vuole riposare circondato dalla natura. Le terre storiche di Cracovia propongono ad ogni passo tante attrazioni culturali, ma seduti comodamente su una bicicletta possiamo fare una gita che unisce l'itinerario storico con il riposo in mezzo alla natura.Possiamo iniziare la nostra gita al centro di Cracovia, da dove ci dirigeremo verso la Vistola, passando accanto al Castello Reale di Wawel, e attraversando il ponte di Wanda (Most Wandy), per andare nella direzione di Brzegi. Attraverseremo la località Grabie e arriveremo a Niepołomice. Entrando a Niepołomice, troveremo un tumulo (kopiec). Questi colli artificiali sono strutture molto caratteristiche per la zona di Cracovia; commemorano una persona oppure un evento, come il tumulo dell'indipendenza, al quale è stato dato il nome del maresciallo Piłsudski. Quello di Niepołomice, il tumulo Kopiec Grunwaldzki, costruito nel 550 anniversario della battaglia di Grunwald (1410). Da questo tumulo possiamo ammirare il panorama di Cracovia e di Niepołomice. Dal tumulo si va nel centro di Niepołomice, dove visiteremo il castello e la chiesa dei Diecimila Martiri (Kościoł Dziesięciu Tysięcy Męczenników). Dalla chiesa si arriva poi in un attimo nel bosco Puszcza Niepołomicka. All'interno del bosco si trova un sentiero asfaltato, sul quale proseguiamo ammirando la bellezza di questo posto. Nello stesso bosco, si trovano vari posti che valgono una visita. Due di loro, sono le statue che commemorano gli ebrei uccisi dai nazisti durante la II Guerra Mondiale. Un'altro posto interessante è l'imponente Quercia di Stefan Batory, il re polacco negli anni 1576-1586. Secondo le ultimi misurazioni del 1996 la quercia aveva la larghezza del tronco di 567 cm e l'altezza di 20 m. La larghezza del fusto era invece di 14 m per 12 m. L'albero, fulminato svariate volte e antichissimo, è caduto nel 2003. Al suo posto è stato piantato un nuovo albero. Poco dopo arriveremo ad un'altra quercia, questa volta chiamata con il nome del re August II. Da questo punto è ormai facile arrivare al laghetto Czarny Staw, l'ultimo punto della gita, ideale per un riposo o un picnic. Dopo il riposo al laghetto torniamo a Cracovia.Muoversi a Cracovia con il bike sharing non è stato mai così facile. Ecco come funziona: ci si iscrive scaricando l’app su smartphone (anche in inglese), quindi si riceve un codice utente ed un Pin. Si può scegliere l’abbonamento desiderato: annuale, mensile, giornaliero (7€ per 12 ore) o semplicemente a consumo (0,05 cent€ al minuto).Disseminati in tutto il centro città troverete gli HUB, le stazioni dove sono collocate le biciclette Wawelo, tutte in perfette condizioni, di uguale colore, con cestino e luci per viaggiare di sera. Dietro la bici c’è un monitor dove inserire il codice utente ed il Pin, quindi si rimuove la U-bar che blocca la bicicletta e si parte! Arrivati a destinazione si lascia la bici nel più vicino HUB chiudendola nuovamente con la barra in dotazione. I più esigenti potranno lasciare la bici in qualsiasi aerea del centro senza doverla depositare negli HUB Wawel, provvederanno poi gli addetti al servizio a riporla nelle stazioni di deposito.Gli HUB sono comunque davvero numerosi, in ogni angolo della città troverete le colonnine Wawelo dove in pochi secondi sarà possibile ritirare o depositare la propria bici a noleggio.Un servizio davvero utile e ad impatto zero sia per i residenti sia per i visitatori di Cracovia che spesso hanno l’esigenza di veloci e brevi spostamenti in città e possono così evitare taxi o mezzi pubblici.

The city of Krakow is becoming increasingly welcoming for cyclists. There are various possibilities to rent a bike to admire the city on two wheels, and more and more cycle paths are built. But also the surroundings of Krakow are an interesting proposal to evaluate for those who want to rest surrounded by nature. The historic lands of Krakow offer many cultural attractions at every step, but sitting comfortably on a bicycle we can take a trip that combines the historical itinerary with rest in the midst of nature. We can start our trip to the center of Krakow, from where we will head towards the Vistula, passing by the Wawel Royal Castle, and crossing the Wanda bridge (Most Wandy), to go in the direction of Brzegi. We will cross the town of Grabie and arrive at Niepołomice. Entering Niepołomice, we will find a mound (kopiec). These artificial hills are very characteristic structures for the Krakow area; commemorate a person or an event, such as the mound of independence, to which the name of Marshal Piłsudski was given. That of Niepołomice, the Kopiec Grunwaldzki mound, built on the 550th anniversary of the Battle of Grunwald (1410). From this mound we can admire the panorama of Krakow and Niepołomice. From the mound you go to the center of Niepołomice, where we will visit the castle and the church of the Ten Thousand Martyrs (Kościoł Dziesięciu Tysięcy Męczenników). From the church, you will soon reach the Puszcza Niepołomicka forest. Inside the wood there is an asphalted path, on which we continue admiring the beauty of this place. In the same forest, there are several places that are worth a visit. Two of them are the statues commemorating the Jews killed by the Nazis during World War II. Another interesting place is the imposing Oak of Stefan Batory, the Polish king in the years 1576-1586. According to the latest 1996 measurements, the oak had a trunk width of 567 cm and a height of 20 m. The width of the trunk was instead of 14 m by 12 m. The tree, struck several times and very ancient, fell in 2003. A new tree was planted in its place. Shortly after we will arrive at another oak, this time called by the name of King August II. From this point it is now easy to get to the Czarny Staw pond, the last point of the trip, ideal for a rest or a picnic. After resting at the pond we return to Krakow. Moving around Krakow with bike sharing has never been easier. Here's how it works: sign up by downloading the app on your smartphone (also in English), then you receive a user code and a Pin. You can choose the desired season ticket: annual, monthly, daily (€ 7 for 12 hours) or simply on consumption (€ 0.05 per minute). Disseminated throughout the city center you will find the HUB, the stations where the Wawelo bicycles, all in perfect condition, of the same color, with basket and lights for evening travel. Behind the bike there is a monitor where you can enter the user code and the Pin, then you remove the U-bar that locks the bike and you're off! Once you arrive at your destination, leave the bike in the nearest HUB closing it again with the bar provided. The most demanding can leave the bike in any downtown area without having to deposit it in the Wawel HUB, they will then provide the service personnel to store it in the storage stations. HUBs are however very numerous, in every corner of the city you will find the Wawelo columns where in a few seconds it will be possible to pick up or deposit your own bike for hire. A really useful and zero-impact service for both residents and visitors to Krakow who often have the need for quick and short trips in the city and can thus avoid taxis or public transport.

www.lemanet.it - lemanet@lemanet.it